Skip to content

Il Consiglio federale approva il rapporto sull’assicurazione malattie e l’accesso all’assistenza sanitaria per i sans-papiers

maggio 24, 2012

Berna, 23.05.2012 – Il Consiglio federale ha approvato il rapporto «Assicurazione malattie e accesso all’assistenza sanitaria per i sans-papiers», elaborato in adempimento del postulato del 28 maggio 2009 depositato dalla consigliera nazionale Heim. Il rapporto illustra la situazione dei sans-papiers in relazione all’assicurazione malattie e all’assistenza sanitaria. Il Consiglio federale ritiene decisamente opportuno che l’assicurazione malattie sia estesa per quanto possibile a tutti i sans-papiers.

Dato che sono residenti in Svizzera, i sans-papiers sono assoggettati all’assicurazione sociale malattie in virtù della LAMal. In risposta al postulato Heim, il Consiglio federale ha esaminato la situazione di questo gruppo di popolazione nei diversi Cantoni in relazione all’assicurazione malattie e all’assistenza sanitaria.

Emerge che, in realtà, solo una minoranza di essi è assicurata contro le malattie. Ciò è attribuibile, da un lato, alla resistenza degli stessi sans-papiers nei confronti delle autorità e alla loro precarietà finanziaria e, dall’altro, all’atteggiamento degli assicuratori e ai mezzi di controllo a disposizione dei Cantoni per garantire l’obbligatorietà assicurativa di queste persone. Per quanto attiene alle cure prodigate ai sans-papiers non assicurati, si constata altresì che, a seconda dei Cantoni, il loro accesso alle cure è limitato e diseguale rispetto al resto della popolazione.

I sans-papiers non assicurati possono generare costi sociali elevati: infatti, se le fatture non sono saldate, a farne le spese sono in primo luogo i fornitori di prestazioni, e in seguito – come è spesso il caso – l’ente pubblico. Rinviando le visite mediche fino al momento in cui diventano inevitabili, i sans-papiers necessitano sovente di trattamenti più costosi.
Il Consiglio federale auspica pertanto un aumento del livello di copertura assicurativa dei sans-papiers. Non ritiene invece necessaria una revisione della LAMal, poiché il quadro giuridico incentrato sull’obbligo generale di assicurazione è sufficientemente chiaro.

Il Rapporto in formato PDF

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: